Un team di supporto per garantire la qualità di twago

Filed in twago inside by on August 4, 2011 1 Comment

Sono tantissimi i clienti e i fornitori di servizi che ogni giorno scelgono di usare twago, e hanno tutti un’ottima ragione per farlo:

Silvia Foglia country manager italy in twago

Silvia Foglia Country Manager Italy in twago

da quando il nostro portale è stato lanciato, i professionisti hanno avuto la possibilità di inviare offerte ad oltre 3.600 progetti, mentre i clienti hanno oggi accesso ad un database di oltre 114.000 esperti da più di 161 Paesi. Il volume d’affari totale dei progetti ammonta a ben 8,6 milioni di euro. Inoltre, con twago safePay, possiamo offrirvi un servizio di deposito a garanzia unico in Europa, per assicurare la sicurezza dei vostri pagamenti online. Ma come facciamo a garantire la qualità dei progetti e delle offerte?

Silvia, Country Manager Italy in twago, ci parla della garanzia di qualità di twago: “Fondamentalmente, noi controlliamo ogni progetto che viene pubblicato, cercando di valutare se la descrizione del progetto ha senso e se le tempistiche e i budget previsti sono realistici. Quando pensiamo che qualcosa vada cambiato, contattiamo il cliente offrendogli un feedback e consigli su come migliorare il progetto. Il più delle volte i clienti ci ringraziano”.

Ma le cose non filano sempre lisce: a volte possono verificarsi problemi di comunicazione tra clienti e fornitori, e questo di solito avviene perchè i clienti non sono degli esperti nel campo per cui richiedono un professionista: “Normalmente i clienti sanno esattamente che cosa vogliono, ma spesso non sanno come si realizza a livello tecnico e non sono consapevoli del lavoro che questo richiede”, spiega Silvia. “E’ per questo che a volte su twago si trovano delle offerte per progetti piuttosto insolite, ma noi del servizio clienti cerchiamo sempre di risolvere questo tipo di situazioni”.

Per esempio, un commerciante che vuole vendere online, di solito non ha le competenze necessarie per rendersi conto di tutto il lavoro necessario per realizzare un negozio online con tutte le funzioni che lui richiede. “Noi possiamo offrire al cliente una prima valutazione per stabilire se la sua offerta è realistica in termini di tempistiche e di budget. Ma non siamo nè sviluppatori, nè programmatori, nè designer, perciò il ruolo dei fornitori è fondamentale durante tutto il periodo dell’offerta: sono loro i veri esperti. Ogni suggerimento in merito a offerte di lavoro irrealistiche può essere convincente solo se viene da loro. E’ per questo che offriamo la possibilità di commentare le descrizioni dei progetti e capita spesso che si creino discussioni animate”, continua Silvia. Le domande dei professionisti in merito ad imprecisioni nelle offerte di lavoro sono quindi fondamentali, perché così facendo rilasciano un feedback su tempi e budget preventivati dai clienti.

Ci capita a volte di contattare direttamente i clienti in quanto la descrizione dei progetti è incompleta, poco comprensibile o superficiale sucitando quindi poco interesse tra i fornitori di servizi e quindi ad un numero limitato di offerte.

Molti clienti ci contattano anche prima di pubblicare il loro progetto, “e noi li aiutiamo a strutturare la loro offerta di lavoro, perché sappiamo quello che si aspettano i nostri fornitori. Ci capita spesso anche di suggerire le tappe che dovrebbe seguire la realizzazione tecnica, oltre che consigliare reali tempistiche di sviluppo”, spiega Silvia.

Possiamo anche offrire consulenze specifiche per i progetti, e se viene richiesto, il team di supporto può mediare tra il cliente e il freelance, oppure farsi completamente carico della comunicazione. Silvia spiega nel dettaglio la procedura: “Possiamo occuparci della strutturazione dell’offerta o anche della gestione dell’intero processo. In questo caso, diamo anche dei suggerimenti sul fornitore ideale, tenendo in considerazione le sue referenze, le valutazioni ricevute, i progetti portati a termine e il suo profilo. Qualche volta arriviamo a chiamare il fornitore per sapere se è disponibile per il progetto. Per esempio, se un cliente ha bisogno di un logo dal design classico, è meglio che non si affidi a un freelance che è specializzato nel creare design spiritosi dai colori brillanti”. Una consulenza con il team di supporto di twago o con il dipartimento IT è sempre un’offerta individuale.

“Il consiglio più importante che posso offrire ai fornitori di servizi è quello di scrivere un’offerta professionale, che soddisfi pienamente i requisiti elencati nella descrizione del progetto. Abbiamo avuto casi di clienti che ci hanno domandato se i fornitori leggano le offerte… mentre invece bisognerebbe affrontarle come se fossero delle lettere di presentazione per un lavoro: nessuno si limiterebbe a scrivere due righe in cui dice che vorrebbe lavorare al tal progetto. Al contrario, è fondamentale includere referenze, progetti completati, e dimostrare che si è letta attentamente la descrizione del progetto”, dice Silvia.

Non ci sono spese da sostenere per pubblicare un progetto, ma i fornitori dovrebbero sempre tener presente che il progetto è mediato attraverso twago, “perchè solo in questo modo che siamo in grado di fornire loro aiuto e supporto. Questo è infatti l’aspetto più importante per i clienti quando scelgono un professionista: il nostro servizio di deposito safePay infatti si può utilizzare solo quando il progetto è stato assegnato attraverso twago. E questo va a beneficio di entrambe le parti”, chiarisce ancora Silvia.

Il team di Silvia non offre solo consulenze sulle offerte per i progetti: “Noi aiutiamo tutti. Diamo consigli ai fornitori per aiutarli ad avere successo su twago, e possiamo anche dare suggerimenti su come scrivere nel modo migliore la propria offerta per un progetto. E naturalmente possiamo anche dare una mano in caso di problemi tecnici nell’uso di twago“.

Volete leggere altri consigli offerti dai fornitori di servizi? Eccone alcuni:

Enrico Oemi consiglia

Pixelbyte Lab consiglia

Capoo Media consiglia

Ti potrebbe anche interessare:

Tags:

About the Author ()

Il Team di twago pubblica le più interessanti novità su come lavorare da freelance e su come trovare il giusto esperto per un progetto. Consigli, idee e linee guida per utilizzare al meglio twago e molto altro!

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. leobugg says:

    io vorrei cancelarmi da twago, ed è strano perchè non trovo la maniera di farlo ne l’informazione di come fare. E’ così un secreto universale?
    Non trovo mail di contatto dove posso mandare le mie richeste per cancelarmi.
    E’ questa la professionalità di Twago? Oppure non rientra nei bilanci e i guadagni avere il bottone cancelami.??

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *