Scrittura online e SEO

Pubblicato il 29.03.2012 da team twago

Oggi ospitiamo con piacere un intervento di Daniele Imperi, scrittore digitale che lavora tra web design e Seo. Tra i suoi vari siti, Penna Blu è quello che ci ha colpito di più: al bivio tra scrittura, lettura e marketing editoriale. Di che cosa poteva parlarci quindi Daniele, se non della scrittura online e dei suoi strettissimi rapporti con la famigerata ottimizzazione per i motori di ricerca?

Scrivere per il web non significa scrivere nel web. La scrittura online ha regole sue, che differiscono dalla scrittura su carta. E questo per un motivo ben preciso: i lettori finali.

– La scrittura su carta viene letta da lettori umani.
– La scrittura online è invece letta da umani e motori di ricerca.

Questo non significa che la scrittura per il web sia fredda e tecnica, o perfino sgrammaticata, come purtroppo succede quando entrano in campo pseudo-professionisti dell’ambiente SEO. Significa che deve essere indirizzata verso una forma che consenta ai testi di essere percepiti in modo efficace sia dagli utenti sia dai motori di ricerca.

Che cosa significa scrivere per il web

Il concetto di scrittura online si basa principalmente sul mezzo usato per leggere i testi: il web. È quindi una scrittura creata e basata sul web, un supporto totalmente diverso dalla carta.

Scrivere per il web significa offrire ai lettori testi idonei al web stesso, perché la lettura online assume connotati diversi da quella su carta:

– l’utente ha sempre fretta e legge velocemente;
– l’utente tende a scorrere il testo sulla pagina, non a leggerlo per intero;
– l’utente cerca ciò che l’attrae di più sulla pagina;
– l’utente vuole conoscere subito le informazioni che sta cercando;
– l’utente vuole leggere testi chiari.

La scrittura per il web, quindi, deve essere pensata in modo da conciliare l’esperienza online dell’utente e la conformazione del web. A pensarci bene, la scrittura online segue una logica semplice:

–  un titolo che comunichi a utente e motore di cosa parla la pagina;
–  un testo chiaro per aumentarne la comprensione;
–  un testo formattato, con paragrafi separati e grassetti e corsivi su specifiche parole e frasi per rendere la lettura veloce e scorrevole;
–  sottotitoli per ripartire la materia e renderla più ordinata;
–  elenchi (liste ordinate o meno) per migliorare la memorizzazione di alcuni concetti;
–  una description per spiegare di cosa parla la pagina;
–  link evidenti e discorsivi, per aumentare la loro efficacia;

Che cosa significa realmente SEO

Al di là del significato dell’acronimo, Search Engine Optimization, che potrebbe non comunicare nulla ai non esperti del settore, SEO implica diverse operazioni da effettuare su una pagina web:

–    scrittura di un titolo: deve attirare l’attenzione e riassumere l’argomento della pagina;
–    scrittura di un testo: deve essere scritto usando le giuste parole chiave e formattato per migliorare la leggibilità;
–    scrittura di una description: deve incuriosire il lettore sulla pagina dei risultati;
–    scrittura di testi alternativi alle immagini: per migliorare l’ottimizzazione della pagina e la sua accessibilità;
–    scrittura dei link: devono essere discorsivi affinché diano più forza sia alla pagina linkante sia a quella linkata;
–    scrittura del codice HTML: deve essere corretto e leggero, per garantire un caricamento veloce e una buona compatibilità fra browser.

SEO non significa quindi sovraottimizzare una pagina con parole chiave, nella speranza che conquisti più facilmente le prime posizioni, né uccidere la grammatica italiana per favorire le combinazioni di parole chiave usate dagli utenti.

SEO significa semplicemente rendere una pagina ben leggibile per utenti e motori di ricerca.

Scrittura online e SEO: due nomi per lo stesso concetto

Come abbiamo visto, SEO è in fondo nient’altro che scrittura, tecnica forse, anzi sicuramente è una scrittura tecnica, ma semplicemente perché il web è un luogo che si avvale di supporti tecnici per leggere.

Daniele, Penna Blu

Cambiano le modalità di lettura nel web, devono dunque cambiare anche le modalità di scrittura. Scrittura online e SEO devono essere visti come lo stesso concetto espresso in due modi diversi.

Una volta conosciuti il web e le sue dinamiche, una volta imparate le poche regole che lo governano, scrivere online sarà un procedimento meccanico.

Scrittura online libera: opportunità e rischi

C’è chi non considera la scrittura online diversa da quella su carta, chi ignora le regole del web, chi non se ne cura affatto. Il web è anche un mondo libero, in cui ognuno può scrivere nel modo che ritiene più opportuno. L’importante è essere consapevoli dei limiti della scrittura libera.

Il bello di scrivere liberamente, senza pensare, lasciando fluire i propri pensieri come se si stesse scrivendo un diario personale o un racconto, è forse una maggiore genuinità della scrittura. Ci si libera delle regole, senza ancorarsi a un obiettivo predisposto. L’obiettivo è anzi lo sfogo.

Il rischio di una scrittura libera è una difficoltà maggiore a emergere fra i miliardi di testi che si trovano in rete, una difficoltà maggiore nella lettura, se non si seguono regole di formattazione, e anche una difficoltà maggiore nella comprensione, specialmente se ci si dilunga per centinaia di caratteri prima di arrivare al dunque.

Scrittura online e scrittura libera: definire gli obiettivi

Scrittura online o scrittura libera? Seguire le regole o scrivere di getto? C’è soltanto una parola per rispondere a queste domande: obiettivo.

Prima di scrivere bisogna definire gli obiettivi della propria scrittura. A chi vogliamo rivolgerci? Che risultati vogliamo ottenere? A cosa deve portare la nostra scrittura?

Chi scrive per il web per professione ha già in mente i propri obiettivi: emergere nei risultati delle ricerche, ottenere maggiori lettori e contatti professionali, offrire consigli su un certo argomento.

Chi scrive liberamente, come in blog esclusivamente personali, ha in mente il solo obiettivo di esternare i propri pensieri, di dare libero sfogo alle proprie idee.

Non è più giusta la scrittura che segue le regole del web né sbagliata quella che non le segue. Sono gli obiettivi finali che determinano il tipo di scrittura da scegliere e perseguire.

Trova lavoro freelance

Ti potrebbero anche interessare:

La Mente sono Io, What Else?

Giovane, freelance e … digitale

Poeti e web writer: il piacere di scrivere è freelance

 

Ti potrebbe anche interessare:

Tags: , , ,

L'Autore ()

Il team di twago pubblica le migliori novità sul mondo del lavoro online: dai consigli utili per freelancer e webagency alle guide per clienti in cerca del professionista giusto per il proprio progetto. Suggerimenti, esperienze, aggiornamenti, guide sull'uso di twago, la piattaforma di intermediazione per il lavoro freelance, e molto di più. Il team di twago è composto da madrelingua provenienti da diversi paesi uniti dall'interesse per il mondo digitale.

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Carlo Gislon ha detto:

    Interessante articolo. Riflettendoci, credo che scrivere per il web ti costringa ad assumere quel formalismo e quella semplicità necessari che la comunicazione “libera” fa trascurare. È uno scrivere in cui il pensiero verso il lettore è sempre presente o dovrebbe esserlo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *